top of page

Francesca Mannocchi vince l'European Award Investigative and Judicial Journalism 2022



liberainformazione, Napoli, 9 novembre 2022


Assegnata la ”Medaglia del Presidente della Repubblica” a “European Award Investigative And Judicial Journalism 2022” che riceve anche la partnership di EUROJUST, l’Agenzia dell’Unione europea per la cooperazione giudiziaria penale.

È anche Eurojust, l’Agenzia dell’Unione europea per la cooperazione giudiziaria penale, con sede a L’Aia, nei Paesi Bassi, dove le autorità giudiziarie nazionali collaborano strettamente per combattere le gravi forme di criminalità organizzata transfrontaliera, a dare il suo imprimatur per la consegna di riconoscimento morale alle famiglie dei Giornalisti/Reporter uccisi in Ucraina.

Il premio, alla sua sesta edizione, e siciliano di nascita è stato ideato dal blogger Massimo Scuderi con la volontà di attribuire riconoscimenti europei/internazionali, ai giornalisti che rappresentano l’espressione del giornalismo giudiziario e investigativo, e alle forze di polizia che si battono contro tutte le espressioni di illegalità.

Altresì, alla cerimonia di European Award Investigative And Judicial Journalism 2022, che si terrà il prossimo 11 novembre 2022 al Maschio Angioino di Napoli, presenzierà con i loro inviati, il colosso tv americano Fox News che dedicherà i propri servizi ai reporter caduti e gravemente feriti in territorio di guerra ucraino.

Il Presidente del Parlamento Europeo Roberta Metsola, il Presidente di Eurojust Hamran Ladislav, rappresentato da Filippo Spiezia – Membro Nazionale per l’Italia – ed il neo Ministro degli Esteri, Antonio Tajani, che ha concesso il proprio patrocinio ed inviato i propri autorevoli rappresentanti, portano il loro saluto ai familiari dei reporter caduti nell’adempimento del loro dovere, e apprezzamento per l’evento culturale di respiro internazionale. Ed anche il neo Presidente del Senato Ignazio La Russa, che si dice idealmente comunque presente, ha voluto testimoniare, con il suo personale messaggio, il suo plauso per la migliore riuscita dell’evento, inviando agli intervenuti un sentito e affettuoso saluto.

E così, si apre con il saluto della Presidente del Parlamento Europeo Roberta Metsola, quello del Presidente di Eurojust Hamran Ladislav, del Presidente del Senato Ignazio La Russa, e del Ministro degli Esteri, Antonio Tajani. La VI edizione di European Award Investigative And Judicial Journalism 2022, incassa la sua seconda “Medaglia del Presidente della Repubblica”, Sergio Mattarella, che ha voluto testimoniare l’alto valore culturale internazionale dell’evento stesso.

L’impegno per la pace, i diritti umani, sono la mission di questa edizione 2022, e protagonisti della cerimonia, saranno, purtroppo, quei giornalisti/reporter internazionali che non sono più con noi, e a quelli gravemente feriti, che per riportare la cronaca di un martoriato teatro di guerra, come quello del conflitto Ucraino/Russia, hanno dato la loro vita.

Essi sono: in ricordo del cameraman irlandese Pierre Zakrzewski, 55 anni, e all’inviato di Fox News, Benjamin Hall, ferito gravemente ma rimasto in vita. Per entrambi i riconoscimenti saranno consegnati uno alla moglie di Pierre, Michelle Ross-Stanton, presente alla cerimonia, e l’altro, al rappresentante di Fox News, l’inviata Amy Kellogg, per il giornalista Benjamin Hall. “Purtroppo – dichiara il presidente del Premio Massimo Scuderi – siamo rammaricati non esser stati capaci di trovare la famiglia della giovanissima e sfortunata producer Alexandra Kuvshinova, uccisa sullo stesso mezzo centrato da un mortaio, con cui viaggiavano Pierre e Benjamin, ma – prosegue Massimo Scuderi – è una promessa, lo faremo nella prossima edizione, con la speranza che la guerra sia cessata e i genitori di Alexandra siano facilmente rintracciabili”.

Nel corso della cerimonia di seguito saranno assegnati i riconoscimenti a Nello Scavo, inviato speciale di Avvenire, autore di “Kiev” (Garzanti), negli anni ha indagato sulla criminalità organizzata e il terrorismo globale, firmando servizi da molte zone calde come la ex Jugoslavia, il Sudest asiatico, i paesi dell’ex Urss, l’America Latina, il Corno d’Africa e il Maghreb.

A Francesca Mannocchi, giornalista, scrittrice e regista che si occupa di migrazioni e conflitti, ha realizzato reportage da Siria, Iraq, Palestina, Libia, Afghanistan, Yemen, Ucraina.

A Gabriele Micalizzi, fotoreporter. Collabora con i più importanti quotidiani e riviste nazionali e internazionali. Molti dei suoi scatti dall’Ucraina sono già stati pubblicati da Le Monde, Liberation e Repubblica.

Saranno assegnate anche alcune “menzioni speciali” al Team di Esperti nazionali distaccati presso Eurojust, che contribuiscono all’applicazione dei principio della rule of law ed al buon funzionamento degli strumenti di cooperazione internazionale: Ten. Col. Simone Martano – Carabinieri; Mar. Marco Mosele – Guardia di Finanza; Sergio Orlandi – Dirigente Polizia Penitenziaria.

Ed ancora, l’altra “menzione speciale”, va ai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Gravina di Catania, che la loro attività investigativa, svolta nell’ambito dell’operazione “Malupassu”, coordinati dalla D.D.A etnea, che ha portato all’esecuzione di 20 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di appartenenti al gruppo di Mascalucia della famiglia mafiosa “Santapaola-Ercolano”, e svelato il malaffare di alcuni funzionari pubblici all’interno della Pubblica amministrazione di Mascalucia (CT). L’attribuzione va al Ten. Vitantonio Romaniello, ed il Mar. Tosto Gianpiero.

La cerimonia di chiusura vedrà il saluto di Peter Caruana Galizia – coniuge della scomparsa Daphne Caruana Galizia uccisa a Malta nell’ottobre 2017. In chiusura seguirà il saluto alla storica e prestigiosa Scuola Militare “Nunziatella” presente con una rappresentanza di giovanissimi Cadetti.

L’evento 2022, ha ottenuto, il patrocinio del Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, quello dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni – Agcom.

Il media partner è l’autorevole Fanpage.it

Conduce la serata Roberta Cannata di Rai1, e la violinista Anna Nash – ex violinista del noto gruppo musicale Rondò Veneziano – allieterà la serata.

Durante l’evento 2022, all’interno del Castello Maschio Angioino, sarà presentata una parte piccola della mostra fotografica comprendente “Icone di Mariupol” e immagini del conflitto consegnataci dal vicepresidente della commissione per l’integrazione europea Mariia Ionova, del parlamento Ucraino “Verechovna Rada, che ha concesso all’organizzazione di Journalismprize2022, l’utilizzo della mostra fotografica realizzata con l’aiuto di fotoreporter esteri. L’esposizione fotografica, a cura di Journalismprize2022, sarà implementata con stampe fotografiche, sullo stesso tema, realizzate anche da reporter italiani. Attualmente l’esposizione fotografica “Icone di Mariupol”, si trova presso il Parlamento europeo a Bruxelles. Dopo l’evento Journalismprize 2022 la mostra fotografica, avrà come prima tappa la Sicilia, per poi proseguire il suo tour dal sud, al nord, in più scuole e/o luoghi istituzionali di altre regioni italiane

Comments


post recenti
bottom of page