Pietrosanti Agenzia Letteraria © 2016  |  p.iva 14014831003  |  Design Livia Massaccesi & Stefano Vittori

jhumpa

lahiri

Jhumpa Lahiri è nata a Londra da genitori bengalesi ed è cresciuta negli Stati Uniti. Nel 1999 ha vinto il Premio Pulitzer e il PEN/ Hemingway Award con Interpreter of Maladies (L'Interprete dei malanni). Nel 2003 è uscito il suo primo romanzo, The Namesake​ (L'Omonimo)​, che la regista Mira Nair ha trasposto sul grande schermo.​ Unaccustomed Earth​ (Una nuova terra)​,​nel 2008, ha ricevuto il Premio Frank O’Conner, L’Asian American Literary Award e il Premio Gregor Von Rezzori.

Nel 2013 il romanzo The Lowland​ (La Moglie)​ è stato tra i finalisti per il Man Booker Prize, il National Book Award e il Baileys Women’s Prize for Fiction, e ha vinto il DSC Prize for South Asian Literature.

I suoi romanzi in lingua inglese sono stati tradotti in Italia da Guanda.​

 

Nel ​2012​​ si è trasferita a Roma​. Ha scritto in italiano In Altre Parole (2015), vincitore del Premio Internazionale Viareggio-Versiglia, e Il vestito dei libri (2017), entrambi pubblicati da Guanda.


Ha tradotto in inglese​ due romanzi di​ Domenico Starnone​ ed​ è​ curatrice di The Penguin Classics Books of Italian Short Stories, in uscita nel 2019, un’antologia​ di racconti italiani di cui è anche traduttrice. ​

 

Nel 2018 è uscito Dove mi trovo, il suo primo​ romanzo​ in italiano.

Nel 2019 ha curato l'antologia Racconti Italiani, pubblicato da Guanda in Italia e da Penguin nella versione in lingua inglese.